Vuoi un lavoro statale nel Maryland? Consegnare la password di Facebook - Social Media - 2019

Anonim

Secondo il Washington Post, il Dipartimento di sicurezza pubblica e servizi correzionali del Maryland vuole includere il proprio account Facebook nel suo controllo in background. All'ufficiale delle correzioni Robert Collins è stato chiesto il login e la password del suo account, in modo che il dipartimento potesse essere certo di non avere nulla da nascondere, che Collins ha offerto in modo apprensivo. E poi ha dovuto passare attraverso l'incubo di ogni candidato al lavoro e guardare il suo intervistatore scorrere i contenuti del suo account Facebook.

È risaputo che i potenziali datori di lavoro riescono a sfogliare il tuo profilo Facebook per qualsiasi bandiera rossa - sai, qualsiasi foto taggata o Bacheca mostra un'eccezionale dissolutezza. E se non sei abbastanza intelligente da esercitare le opzioni sulla privacy del tuo account o non riesci a scartare le immagini imbevute di alcol di te stesso, allora meriti il ​​rifiuto del lavoro. Ma quando il tuo intervistatore ti chiede realmente il tuo login? Alcuni confini vengono superati.

All'inizio di quest'anno, Dawnmarie Souza è stata licenziata dal suo lavoro dopo aver inviato lamentele sul suo capo a Facebook al di fuori dell'ufficio. Souza e il National Labour Relations Board (NLRB) hanno citato in giudizio il suo ex datore di lavoro, e recentemente si sono stabiliti in via extragiudiziale per un importo non divulgabile. L'NLRB ha stabilito l'anno scorso che il licenziamento di Souza per la sua attività su Facebook ha violato il suo Primo Emendamento.

Quindi puoi solo immaginare quanto velocemente l'agenzia statale del Maryland stia tornando indietro su questo. Collins, che era già impiegato dal dipartimento e cercava semplicemente la ricertificazione, ha contattato l'American Civil Liberties Union (ACLU) immediatamente dopo l'incidente. L'ACLU ha preso in mano Collins e dopo tre settimane non ha ancora ricevuto una risposta in merito alla chiusura definitiva della politica. Per il momento, il Dipartimento di pubblica sicurezza dello stato ha sospeso la procedura per 45 giorni per la revisione interna. Il dipartimento afferma di aver sempre chiesto informazioni di accesso su base volontaria, anche se Collins afferma "Ho capito che l'investigatore stava dicendo che dovevo … consegnare il mio login e password di Facebook." Apparentemente la pratica è iniziata l'anno scorso come mezzo per schermo per l'affiliazione di bande.