LA RETE OMIDYAR E LA LEGA ANTI-DIFFAMAZIONE STANNO LANCIANDO UN CENTRO PER COMBATTERE IL CYBERHATE - TECHCRUNCH - SOCIAL MEDIA - 2019

Anonim

Secondo quanto riferito, i crimini di odio in aumento in tutto il paese e online, la Lega anti-diffamazione sta creando un nuovo avamposto nella Silicon Valley, sostenuto dalla Rete Omidyar, per studiare i modi per utilizzare la tecnologia per contrastare.

Le minacce motivate razzialmente e religiosamente erano in aumento nel periodo precedente le recenti elezioni e sono proseguite nel nuovo anno. Gli eventi sono culminati nell'assassinio di un uomo indiano a Kansas City il mese scorso e le riprese di un uomo sikh in un sobborgo di Seattle, proprio la scorsa settimana. Nel frattempo, il Southern Poverty Law Center ha documentato più di 1.000 incidenti nel solo mese di gennaio, dopo l'elezione del presidente Donald Trump.

Anche le comunità ebraiche negli Stati Uniti sono state prese di mira, con almeno 152 minacce di bombe riportate nei centri comunitari e nelle sinagoghe in tutto il paese.

L'ADL considera Internet sempre più alla guida della diffusione e della promozione di discorsi di incitamento all'era moderna e cerca di mettere a disposizione le risorse della comunità tecnologica della Silicon Valley per creare strumenti migliori per "monitorare, tracciare, analizzare e mitigare l'incitamento all'odio e le molestie attraverso Internet ", secondo una dichiarazione.

Come ha detto l'amministratore delegato di ADL, Jonathan Greenblatt:

"1, 8 miliardi di persone sono su Facebook: ogni giorno vengono inviati 500 milioni di tweet. Indipendentemente dal modo in cui lo si taglia, è incredibilmente importante assicurarsi che stiamo combattendo verso il Paese e il mondo. In poche parole, è online “.

Sebbene l'ADL abbia mantenuto a lungo una presenza a San Francisco, il nuovo ufficio nella Silicon Valley sarà un centro di comando da cui l'organizzazione spera di combattere tutti i tipi di cyber-minacce.

Oltre al suo lavoro di monitoraggio e segnalazione dei discorsi di incitamento all'odio, il gruppo esaminerà anche i metodi per garantire meglio la presenza online di varie organizzazioni di minoranza, esaminare il legame tra i diritti digitali e la creazione di una società civile e cercare partner con le principali società tecnologiche per garantire la sicurezza delle comunità online.

L'ADL sta già lavorando con Alphabet e la sua divisione Jigsaw (precedentemente Google Labs), su come migliorare il suo software sviluppato per identificare e filtrare propaganda e incitamento all'odio.

Fin dai primi giorni di Internet, l'ADL ha rintracciato l'incitamento all'odio online. Ora con la crescente importanza di Internet nella vita pubblica, la necessità è più grande che mai, dice Greenblatt.

Guidato dall'ex avvocato del Dipartimento di Giustizia, Brittan Heller, il nuovo centro sarà autore di rapporti e pubblicazione di dati su cyberhate e cyberbullismo; coinvolgere i partner e fornire informazioni ai responsabili politici; ed espone e combatte casi specifici di molestie online e cyberbullismo, secondo un rapporto.

Secondo la dichiarazione di Greenblatt,

Ora più che mai come l'antisemitismo, l'islamofobia, il razzismo e altri rancori sono esplosi online, è fondamentale che stiamo portando tecnologia e risorse migliori per questa lotta. Ecco perché costruiremo questo centro nella Silicon Valley e perché siamo così grati a Omidyar Network per aver fornito i fondi per questo sforzo. Questa è una naturale estensione del lavoro di cyber-odio che ADL sta facendo da decenni e si basa sulla nuova presenza che abbiamo stabilito l'anno scorso nella valle per collaborare ancora più vicino alla minaccia con l'industria tecnologica.