I social media sono sopravvalutati? - Social Media - 2019

Anonim

A parte l'infinita speculazione su quale colore app-of-the-moment significhi per il social networking e la privacy, la cosa più sbalorditiva della startup è quanti soldi ha raccolto. Prima di essere lanciato, Color ha ricevuto 41 milioni di dollari di investimenti, di cui 25 milioni di dollari provenienti da Sequoia Capital - più di quanto abbia mai investito con una startup pre-lancio, tra cui Google.

Ma numeri come questo stanno diventando meno di una rarità per le società di social media. Facebook, Groupon e Twitter sono stati tutti oggetto di voci IPO, che a loro volta hanno portato gli analisti a iniziare a gettare alcune sorprendenti valutazioni. Ma sulla scia di rimanere senza fiato su questi fantastici numeri, c'è una ragione di pausa: i siti di social network ne valgono la pena? Siamo così presi in considerazione che potremmo sovrastimare il valore di queste aziende?

Gli scettici parlano chiaro

Warren Buffet la pensa così. Il miliardario e l'investitore veterano hanno detto a Bloomberg che "la maggior parte di loro sarà troppo cara. È estremamente difficile valutare le società dei siti di social networking. "Certo, Buffet è noto per la sua mancanza di interesse quando si tratta di investimenti sui social media, ma l'uomo ti fa pensare: stiamo tracciando troppo valore su una possibile bolla?

L'investitore di Twitter e Digg, Mike Maples, è d'accordo con Buffet. Recentemente ha detto a Reuters che i grandi siti sociali come Facebook hanno portato alla creazione di "imitatori" più piccoli, più di nicchia, che vengono sopravvalutati e contribuiscono alla bolla tecnologica. "C'è una bolla tecnologica? Arrotondato al più vicino si, si. In un dato anno ci sono forse 10 o 15 aziende che sono davvero preziose, e poi tutti si affollano intorno al pallone - quelle aziende finiscono per avere le loro valutazioni lontane da loro. "Gli analisti notano anche che la prossima ondata di società di social media potrebbe costa sul successo dei suoi predecessori e sugli investimenti in bobina basandosi solo su quello, in realtà non riuscendo a vivere fino alla loro esagerazione.

Una manciata di aziende sociali sono state ampiamente accettate come "veramente valide" - Facebook, Twitter e Groupon sono tra loro. Ecco uno sguardo a quanto vale la stima di ciascuno e ai "copioni" che probabilmente stanno spingendo il valore dei loro predecessori più in alto, pur essendo probabilmente sopravvalutato.

Facebook

Il sito di social networking ha recentemente completato un round rivoluzionario di raccolta fondi, raggiungendo il valore stimato di $ 50 miliardi. Naturalmente, le vendite di azioni di Goldman Sachs attirarono l'attenzione della SEC e fecero sussurri IPO. Ciò nonostante, ha messo Facebook in una posizione invidiabile.

"Copycat" di Facebook: Colore

È quasi impossibile distinguere una vera sfida per Facebook. Sappiamo che il colore è più una combinazione di Foursquare e Instagram, quindi spieghiamo che lo scegliamo solo perché è annunciato come un punto di svolta nell'arena sociale, che è esattamente ciò che Facebook era. Ma il fatto che combini così tanti elementi diversi è ciò che potrebbe essere la sua rovina. Foursquare e Instagram (in gran parte) fanno una cosa e la fanno bene, mentre Color potrebbe essere più mordace di quanto possa masticare. Il suo investimento di $ 41 milioni ha spinto la sua valutazione da qualche parte intorno a $ 100 milioni, che è già stato annunciato come un pio desiderio.

Groupon

Non abbiamo sentito molto della valutazione di Groupon dalla sua raccolta di fondi da 950 milioni di dollari a gennaio, che ha spinto il suo valore a circa 7 miliardi di dollari. La compagnia ha insistito che la sua valutazione non è così alta, ma gli analisti si sono attenuti alle loro armi. Groupon è stato recentemente colpito da alcuni dei crescenti dolori che accompagnano una così grande crescita, ma rimane ancora in cima al gioco degli affari giornalieri.

"Copione" di Groupon: tutti

Esatto, tutti. Tutti sono copione di Groupon. Naturalmente, il suo avversario più temibile è LivingSocial, che si dice abbia Groupon nel mirino, ma non è certo l'unico che si accaparra la tendenza all'acquisto di gruppo. AOL, Yahoo, Google, Facebook, Bing e The New York Times hanno lanciato tutti i servizi della concorrenza. È troppo presto per dire come andranno, ma è probabile che Google e Facebook abbiano un lieve successo. Ciò a sua volta aumenterà il valore di Groupon e contribuirà alla bolla delle operazioni locali, che sta diventando un mercato estremamente affollato e caotico.

cinguettio

Sulla scia delle voci di acquisizione del mese scorso, le approssimazioni di valutazione di Twitter lo hanno bloccato attorno ai $ 4, 5 miliardi. È solo una società di cinque anni, una che sta cercando nuovi piani di profitto (leggi: pubblicità) e sembra che abbia ancora qualcosa da crescere, nonostante sia stata tormentata dalle voci di IPO.

"Copycat" di Twitter: Tumblr

Tumblr è stata una sorpresa. Il sito è diventato un punto di riferimento per i blogger, ma è anche riuscito a diventare qualcosa di un concorrente di Twitter con i suoi post di lunghezza frammentata, funzionalità di reblog - senza contare che è stato identificato da molti come una piattaforma di microblogging. Le sue visualizzazioni di pagina sono aumentate in modo significativo negli ultimi mesi, e in novembre hanno sorpreso tutti con un considerevole round di raccolta fondi che lo ha portato a una valutazione scioccante di $ 135 milioni. Ma non c'è ancora uno schema di profitto reale da conoscere, e ultimamente Tumblr è stato nelle notizie solo per le sue interruzioni.