Google Offers apre per le imprese a Portland, Oregon oggi - Social Media - 2019

Anonim

Ieri abbiamo riferito che la funzione social +1 di Google potrebbe essere lanciata oggi, dopo che TechCrunch ha affermato che una combinazione di informazioni trapelate sui partner e un invito a un nuovo annuncio di prodotto di Google hanno suggerito il contrario. Mentre il debutto di + 1 è probabile nel nostro prossimo futuro, sembra che il grande annuncio di oggi sia Google Offers. Google ha annunciato tramite il suo blog che il suo sito di offerte giornaliere sarebbe stato beta testing a Portland, in Oregon, oggi a partire dal 70% di sconto presso il caffè locale Floyd's Coffee.

Google non ha fatto mistero delle sue ambizioni di curatore di coupon. Il titano di Internet ha fatto del suo meglio per conquistare Groupon (per una cifra di 6 miliardi di dollari), ma il sito di acquisto collettivo originale non ne avrebbe avuto. Imperterrito, Google ha creato la sua versione ed è stato impegnato nel reclutamento e nella costruzione del progetto, concentrandosi in particolare sull'elemento locale che ha funzionato così bene per Groupon e LivingSocial.

La nostra impressione iniziale è che Google Offers andrà bene. A differenza di Yahoo e AOL, Google è stata impegnata nell'acquisire le proprie offerte specifiche per località invece di aggregare semplicemente quelle che fluttuavano su Internet. Il fatto che Google abbia Places, Maps e Hotpot (la giuria è ancora fuori su quanto sia efficace questa caratteristica) di costruire e avvolgere nel suo sito di affari non fa male neanche. Fedele al modulo Deal-a-day, le offerte includono alcuni retroscena sul business in primo piano e dettagli sullo sconto. Ovviamente, Google Maps è lì per indicarti la direzione giusta e inviarti alla pagina Google Places del rivenditore. C'è anche un link per dare un'occhiata a 360 gradi all'interno del negozio stesso.

Ovviamente, Google ha le risorse per investire seriamente in questi tipi di applicazioni, ma il sito ha una storia di mancato marchio quando si tratta di qualcosa relativo ai social media. Ma da questo aspetto iniziale, sembra che potrebbe essere sulla strada giusta. Ora Google deve solo sperare che le persone non si siano ancora stancate dello schema in stile Groupon. A prescindere da quanto sia riuscito e ben costruito un sito di offerte giornaliere, non possiamo fare a meno di pensare che il tempo stia calando in questo settore. Certo, l'aggregazione di sconti locali è qui per restare, ma c'è sicuramente la possibilità che la novità sia svanita e che le persone non siano così inclini a iscriversi ad una ora, come quando Groupon lanciò per la prima volta e introdusse l'idea. Detto questo, Google ha la base clienti da cui attingere e fare pubblicità a quella Groupon, e questo è un vantaggio, siamo sicuri che la società è pronta a fare leva.