Il CEO di Google Larry Page pulisce la casa, richiede una migliore strategia sociale - Social Media - 2019

Anonim

Mentre Larry Page ha riguadagnato le redini del potere a Google nei giorni scorsi, il CEO, una volta di più, ha scatenato uno scia di cambiamenti e richieste della società nel tentativo di rinvigorire l'innovazione sul gigante di Internet. Primo ordine del giorno: ottieni i social media.

In una nota confidenziale inviata a tutti i dipendenti di Google venerdì, Pagina spiega che il successo nella sfera "sociale" è necessario per competere con Google, riporta Business Insider . Per contribuire a garantire il giusto livello di motivazione, Page ha modificato la politica di retribuzione della società in modo tale che fino al 25 percento dei bonus dei dipendenti sia direttamente collegato a quanto bene Google fa con i social media nel 2011.

Anche i dipendenti non direttamente coinvolti nella strategia e nei prodotti dei social media dell'azienda sono tenuti a fare la loro parte, dice Page. Tutti i dipendenti sono ora tenuti a testare nuovi prodotti social e a fornire feedback ai team di sviluppo.

"Questo è uno sforzo comune, quindi è importante che tutti ci mettiamo alle spalle", scrive la Pagina nel memo. I dipendenti sono inoltre tenuti a impegnare le ultime creazioni social di Google sui loro amici e familiari. "Quando pubblichiamo prodotti, provali e incoraggia la tua famiglia e i tuoi amici a fare lo stesso."

Sfortunatamente per tutte le persone coinvolte, Google non è esattamente conosciuto per la sua prestazione stellare nel regno sociale. In realtà, finora è incappato in ogni tentativo di entrare nel mercato sociale in modo significativo che si connette veramente con gli utenti.

Proprio la scorsa settimana, Google ha lanciato il suo ultimo prodotto social, chiamato Google +1. Il servizio funziona in modo simile al pulsante "Mi piace" di Facebook, consentendo agli utenti di consigliare collegamenti a persone che conoscono. O meno +1 sarà la prima mossa nella giusta direzione per la strategia di Google resta da vedere.

Oltre a precisare i nuovi obiettivi social della società, Page ha iniziato il suo mandato questa settimana con una profonda revisione della struttura manageriale della compagnia, riporta il Los Angeles Times . La riorganizzazione includeva la promozione di sei dirigenti a livello di vicepresidente senior, nonché le dimissioni di SVP del product management Jonathan Rosenberg.

La pagina ha anche analizzato il successo dei dipartimenti Android e YouTube di Google, entrambi con un'autonomia vicina all'azienda, come modello per ristrutturare l'azienda per ridurre la burocrazia e aumentare ulteriormente l'ingegno e l'innovazione.