FACEBOOK PUÒ VALERE $ 100B, MA COSA VALE PER FACEBOOK? - TECHCRUNCH - SOCIAL MEDIA - 2019

Anonim

È quasi qui. Il grande giorno. Riesci a sentire l'eccitazione? Sì, se tutto andrà secondo i piani di venerdì, Mark Zuckerberg suonerà il campanello del NASDAQ in una felpa con cappuccio, il grande social network blu andrà avanti con una delle più grandi IPO per un'azienda di Internet nella storia, i mercati colpiranno in modo febbrile, i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse aggiorneranno i loro stati - e il resto di noi tornerà a usare Twitter.

Nondimeno, si prevede che Facebook diventi pubblico a una valutazione tra $ 92 e $ 103 miliardi. In quanto tale, è abbastanza chiaro ciò che Facebook vale per noi (davvero, per il mercato), ma la vera domanda è: quanto vale per Facebook? Hmm?

Grazie alla società di privacy online Abine, ora disponiamo di uno strumento semplice con il quale possiamo calcolare il nostro valore monetario su Facebook. In buoni vecchi dollari e centesimi.

Per illustrare il potenziale per Facebook di perdere di vista l'importanza dell'individuo (e della sua privacy) in mezzo alla pressione per mantenere le sue valutazioni / metriche ridicolmente elevate, Abine ha creato un quiz chiamato "Val-You Calculator", che, in base alle risposte a sette domande, determina il valore in dollari che rappresenti come utente.

Queste domande ti chiedono dove vivi (la maggior parte delle entrate pubblicitarie di Facebook provengono da società nordamericane), quanti amici hai, se giochi o meno giochi Zynga, per esempio, tutto nel tentativo di dimostrare che i tuoi dati personali provengono da valore implicito in dollari.

Secondo Abine, il suo Val-You Calculator utilizza i dati del deposito S-1 di Facebook, così come "analisti finanziari e di ricerche di mercato indipendenti, inserzionisti di Facebook e le nostre stime e modelli interni". Un po 'di magia, e presto, puoi vedere quante entrate generate per il piccolo social network blu.

Naturalmente, quando si parla di IPO, con una tonnellata di informazioni finanziarie che vengono divulgate per la prima volta, naturalmente escono le lenti di ingrandimento, i libri vengono scrutinati, i modelli aziendali molestati, ecc. Nel bene e nel male. Indipendentemente dall'aria calda che rafforza i sapientoni, la privacy continuerà ad essere una seria preoccupazione per gli utenti di Facebook che vanno avanti. Infatti, proprio la settimana scorsa, Facebook ha lanciato un importante aggiornamento delle sue politiche sulla privacy in conformità con un audit da parte del Commissario irlandese per la protezione dei dati.

Tra questi cambiamenti, Facebook ha rafforzato Google e creato il "Hub dei termini e delle politiche di Facebook" per portare i suoi 10 documenti di politica sulla privacy fondamentali sotto lo stesso tetto. Come il social network ha spiegato in un post sul blog, le modifiche sono state apportate nel tentativo di aumentare il livello di trasparenza sulla gestione dei dati personali degli utenti. E, come spiega Josh, per la maggior parte, questi cambiamenti sembrano logici, facili da usare e tutt'altro che sospetti, come alcuni potrebbero averti creduto.

Detto questo, con una base di utenti spaventosa che crea quantità ancora più spaventose di big data e considerando che il suo modello ruota intorno alle entrate derivate da annunci mirati e personalizzati, i sostenitori della privacy credono che la crescente pressione per battere le proiezioni nei mercati pubblici lasci dati personali in una posizione precaria. La linea più breve tra A e i grandi guadagni trimestrali è una linea diretta per vendere i nostri dati privati ​​ai professionisti del marketing.

In un recente sondaggio, Abine ha scoperto che il 75% dei suoi utenti non lasciava Facebook da solo in una stanza buia con i propri dati, un sentimento confermato da un sondaggio AP-ABC indipendente in cui quasi il 60% degli intervistati aveva "poco nessuna fiducia in Facebook per mantenere le loro informazioni private. "

Dato che sente la pressione di generare grandi ritorni, Facebook potrebbe essere costretto a escogitare metodi più intelligenti per utilizzare i dati. Può pensare in grande, e lo sarà, ma poi deve preoccuparsi del cellulare. Come ha ammesso da solo, il mobile è una grande minaccia e la crescita della società potrebbe essere ostacolata in quanto funziona per mantenere un'adeguata trasparenza e di conseguenza deve mostrare meno annunci per utente.

Resta da vedere se ciò influenzerà in modo significativo le entrate a lungo termine, tuttavia, grazie ad Abine e Val-You, per lo meno, Facebook saprà esattamente quante entrate pubblicitarie rappresentano ciascuno dei suoi utenti. E questo, amici miei, non ha prezzo.

Purtroppo valevo poco più di $ 50 su Facebook. Chiaramente, non sono un buon cliente. E tu?

Per ulteriori informazioni su Abine, trovali qui o ottieni la tua valutazione Val-You qui.