Facebook aggiunge il sistema di allarme suicidi - Social Media - 2019

Anonim

Facebook sta collaborando con l'organizzazione samaritana del Regno Unito per offrire ai suoi utenti uno sbocco per la prevenzione del suicidio. Gli utenti di Facebook possono ora visitare il Centro assistenza del sito per segnalare preoccupazioni per gli amici, nonché collegarsi a post sul muro angosciante o aggiornamenti di stato. L'utente verrà quindi messo in contatto con i Samaritani per offrire supporto all'amico in questione.

Sfortunatamente, il modulo di segnalazione è difficile da trovare. Solo dopo aver cercato nel centro assistenza siamo stati in grado di rintracciarlo. Una volta trovata la pagina corretta, sembrava un'utile opzione per le parti preoccupate. Soprattutto la capacità di fare riferimento a specifici post su Facebook dovrebbe aiutare il gruppo Samaritani a offrire un supporto personalizzato e giudicare il grado di serietà. Ad esempio, se un utente segnala una seria minaccia di suicidio, Facebook chiamerà direttamente la polizia. Se è meno preoccupante, il messaggio verrà inoltrato ai Samaritani. La direttrice della filiale di Northampton dei samaritani, Sandra Forrester, afferma: "è una brillante idea che collaboriamo con Facebook perché è un altro modo per le persone vulnerabili di sapere che siamo qui per sostenerle e che non sono sole".

Samaritans è un gruppo con sede nel Regno Unito, ma Facebook ha dichiarato a The Next Web che è coinvolto in accordi simili con le organizzazioni negli Stati Uniti.

Il social network è indiscutibilmente un inquilino centrale del modo in cui comunichiamo, e diventa sempre più una piattaforma di supporto, oltre che per alcuni. Altri siti simili, come MySpace, hanno visto gli effetti che il bullismo e la manipolazione digitali possono avere, e questi tipi di comunità online stanno diventando più consapevoli e attivi del ruolo di cui hanno bisogno per giocare nella sicurezza dell'utente.