Facebook aggiunge l'unione civile e le opzioni di partnership nazionali - Social Media - 2019

Anonim

L'Huffington Post ha segnalato per la prima volta l'aggiunta alla barra di stato della relazione di Facebook. Il social network ora consente ufficialmente agli utenti di elencarsi come "in un'unione civile" e "in una partnership domestica" con i rispettivi partner. Secondo Facebook, "questa è stata una caratteristica molto richiesta dagli utenti. Vogliamo fornire opzioni affinché le persone riflettano autenticamente e autenticamente le loro relazioni su Facebook ".

Considerando il numero sorprendente di account Facebook in tutto il mondo, è francamente stupefacente che ci sia voluto così tanto tempo prima che la rete riconoscesse questo tipo di impegni. Ma la porta è stata aperta per milioni di quelle che sono in gran parte considerate relazioni alternative per ora annunciarsi su Facebook.

"Oggi, Facebook ha inviato un chiaro messaggio a sostegno di gay e lesbiche e coppie di utenti in tutto il mondo", ha dichiarato Jarrett Barrios, presidente di GLAAD, ha dichiarato oggi. "Mentre il sostegno pubblico per l'uguaglianza dei matrimoni continua a crescere, continueremo a lavorare per il giorno in cui tutte le coppie avranno l'opportunità di sposarsi e di avere il loro rapporto riconosciuto dalla loro comunità, sia online che offline." Secondo Barrios, GLAAD è stato coinvolto in gli sforzi per aggiungere l'opzione di stato.

Quindi, se Facebook intendesse o meno fare un grande gesto con le aggiunte dello stato della relazione, sarà sicuramente percepito in quel modo. La funzione verrà inizialmente aggiunta agli account degli Stati Uniti e subito dopo verrà distribuita in Canada, Francia, Regno Unito e Australia. Le complicazioni si verificano sicuramente nei paesi in cui le unioni civili e le partnership nazionali non sono legalmente riconosciute. Facebook gioca ovviamente un ruolo molto importante nella cultura, e si può presumere che questa alternanza di profili avrà un paio di conseguenze. Uno: ci saranno sicuramente delle ricadute da tradizionalisti oltraggiati che non approvano queste relazioni ovunque, anche su Facebook. Ma forse stimolerà anche la comunicazione e l'accettazione, qualcosa su cui Facebook ha attirato l'attenzione con i suoi sforzi anti-bullismo.